La febbre nei bambini

La febbre è una reazione di difesa naturale del nostro organismo contro un agente patogeno, non è una malattia. Nei bambini la febbre insorge più spesso che negli adulti: nei bambini le malattie sono necessarie per il loro sviluppo e per la formazione del sistema immunitario. Anche per questo motivo bisogna lasciare al bambino il tempo di superare completamente la malattia. La capacità di guarirsi va rafforzata, mentre è sbagliato sopprimere i sintomi. La febbre è importante per ripristinare l’equilibrio dell’organismo: fino a una temperatura corporea di 38.5 gradi, si può «lasciar fare» alla febbre uno o due giorni. Se la febbre supera i 38.5 gradi è importante tenere sotto controllo le condizioni del bambino. A seconda dei casi, un opportuno medicamento omeopatico può contribuire all'attenuazione e alla regolazione dei sintomi..

Con la febbre, i bambini hanno bisogno di più liquidi di quanto ne abbiano bisogno di solito, poiché il corpo perde calore e liquidi attraverso la pelle. Perciò il bambino dovrà ricevere liquidi da bere a sufficienza, meglio a dosi piccole e frequenti, se necessario anche a porzioni di piccoli cucchiai. Oltre all’acqua vanno molto bene anche tisane di timo, fiori di tiglio e di camomilla, eventualmente succhi di frutta diluiti. Se il bambino beve liquidi a sufficienza, non è importante se per qualche giorno non fa dei veri e propri pasti. È importante anche cambiare le lenzuola e gli asciugamani più spesso e ricordarsi di arieggiare regolarmente per cinque minuti l’ambiente mentre il bambino si trova in un’altra stanza. Anche le semplici cure in più che il bambino riceve quando è malato aiutano il processo di guarigione. I bambini malati sono spesso stanchi e irritabili, dormono molto e, quando sono svegli, vogliono avere i genitori accanto a sé. Ai genitori possono sembrare capricciosi e smorfiosi, ma non è così. E va benissimo stare un po’ di più con loro e viziarli un po’: leggete loro una storia, giocate e restate con loro appena potete.

Quando occorre andare dal medico?

Subito nel caso in cui:

  • lo stato generale del bambino peggiora o se il bambino riesce appena a respirare, è confuso e irritabile
  • il collo è rigido
  • se sotto i 3 mesi ha più di 38 gradi di febbre
  • in generale se ha 40 gradi di febbre o più
  • non risponde o si sveglia a malapena
  • la pelle del viso è grigiastra
  • le mucose sono secche e beve troppo poco

Entro 24 ore se:

  • la febbre dura più di 5 giorni
  • il bambino ha anche mal di orecchie o di gola